ALLARME STATO DISOCCUPAZIONE IN EUROPA

”Stiamo tutti sottovalutando l’enorme tragedia della disoccupazione, che ha raggiunto livelli drammatici”: nel suo ultimo intervento al parlamento europeo da presidente dell’eurogruppo Jean Claude Juncker lancia l’allarme lavoro in Europa e nella zona euro. ”Abbiamo toccato dei livelli che non possiamo permetterci”, sottolinea il premier lussemburghese che recupera Marx per spiegare come dopo un anno di austerita’ bisogna ora guardare alla dimensione sociale dell’Europa. Perche’ ”Se non lo facciamo perderemmo credibilit√† e approvazione della classe operaia”. E quindi, per Juncker servono subito salario minimo garantito e politiche piu’ attive per il mercato del lavoro. D’altronde, ricorda, quando fu introdotto l’euro i governanti promisero che avrebbe portato a societa’ piu’ eque. E invece, la disoccupazione aumenta e con essa gli squilibri sociali. Ma al futuro guarda comunque con ottimismo: ”Iniziamo il 2013 in una situazione nettamente migliore rispetto all’anno scorso, perche’ il 2012 e’ stato un anno ricco di risultatipositivi”.

Fonte: FOCUS EUROPE http://www.focuseurope.org/sito/index.php/it/news-dalleuropa/643-disoccupazione-juncker